[TRIBUNALE DI ROMA] Un’altra bella assoluzione al tribunale penale di Roma per www.tutelalegalestupefacenti.it!


La nostra Assistita è stata trovata in possesso di alcune dosi di marijuana mentre fumava uno spinello con una sua amica presso un noto centro sociale romano.
Procedendo, poi, alla perquisizione domiciliare, la stessa è stata processata per aver detenuto dentro casa 440 grammi di marijuana conservata in 13 barattoli ed aver coltivato una pianta.
Non abbiamo patteggiato, ma abbiamo voluto lottare per dimostrare che l’imputata aveva detenuto la sostanza per un uso esclusivamente personale!
Abbiamo spiegato che i 13 barattoli, elemento ritenuto gravemente indiziario da parte del Pubblico Ministero, era invece solamente un metodo per conservare la sostanza più a lungo possibile.
Bisogna spiegare bene alcune circostanze, perché talvolta il pregiudizio si annida dietro ad un fatto che di per sé – invece – non è a sfavore dell’imputato!
Abbiamo spiegato al Giudice che la quantità della sostanza, le modalità di presentazione e le circostanze dell’azione erano veramente destinate al consumo personale: ecco, quindi, l’assoluzione perché il fatto contestato non ha costituito reato.
Il Giudice del Tribunale penale di Roma ci ha ascoltato, ha capito perché non abbiamo voluto patteggiare e dimostrare, invece, la reale condotta contestata: detenere per consumare non è reato!
Un saluto a tutti i nostri lettori e sempre pronti a combattere per dimostrare la Verità.