[LEGISLAZIONE] DECRETO-LEGGE 20 febbraio 2017, n. 14. Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città. Entrata in vigore del cd. DASPO.


È entrata il 21/2/2017  in vigore il cd. DASPO (Divieto di Accedere a Manifestazioni Sportive) per i pusher contenuto nel D.L. numero 14 del 20 febbraio 2017 “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, un pacchetto di misure adottate con la decretazione d’urgenza da parte del Governo.

Si tratta di un provvedimento con il quale il Questore può, per ragioni di sicurezza, vietare a taluni soggetti di accedere a locali pubblici o esercizi analoghi ma anche semplicemente di stazionare nelle vicinanze degli stessi.

I destinatari di questo divieto potranno essere i condannati definitivi (o con condanna confermata in appello) per il reato di vendita o cessione di stupefacenti commesso nei tre anni precedenti all’interno di locali pubblici o in prossimità degli stessi (art.13 punto 1).

La misura può essere applicata anche ai minorenni che abbiano compiuto i 14 anni (art.13 punto 5).

La misura dura da un minimo di 1 anno fino ad un massimo di 5 anni (art. 13 punto 2) . Può essere accompagnata anche da limitazioni più stringenti quali, l’obbligo di firma due volte la settimana, l’obbligo di rientro notturno, l’obbligo di dimora nel comune di residenza ovvero l’obbligo di comparire in un ufficio di polizia negli orari di entrata e uscita dagli istituti scolastici.

Per chiunque non ottemperi al divieto  il legislatore ha adottato sanzioni piuttosto aspre, infatti, la  sanzione amministrativa prevista va  da un minimo di 10 mila a un massimo di 40 mila euro e sospensione della patente da 6 mesi ad 1 anno.

Il giudice penale può, infine, subordinare la sospensione condizionale della pena all’applicazione del divieto in parola, in altri termini in sede di condanna (artt. 13 punto 7) per i reati commessi all’interno o nelle immediate vicinanze di locali pubblici  la concessione della sospensione condizionale della  pena può essere concessa all’imposizione del divieto di accedere in locali pubblici o pubblici esercizi specificamente individuati.

Vai al testo….